“Sarebbe interessante capire chi ha ordinato il grano canadese? Quali impianti saranno riforniti? Dove sarà commercializzata la farina che ne deriverà? Visto che la produzione nazionale non è sufficiente, quali organismi di controllo sono stati attivati?”. Questi gli interrogativi che si pone la Cna Agroalimentare Ragusa con riferimento alla nave carica di grano posta sotto i riflettori al porto di Pozzallo.