Vittoria

Il coordinamento cittadino della Cna di Vittoria ha elaborato un documento che sarà sottoposto ai candidati a sindaco Agroalimentare, pianificazione territoriale, turismo e servizi le tre direttrici principali individuate per rilanciare le Pmi locali.

Una rappresentanza della sede comunale della Cna di Vittoria ha consegnato a uno dei componenti la commissione straordinaria, il dott. Gaetano D’Erba, un programma contenente alcuni punti indispensabili che mirano a rilanciare e riqualificare il territorio. Il programma è frutto di un confronto tra le categorie del settore turistico.

“Pare che ogni cosa che riguarda la città di Vittoria sia sempre carica di intoppi, inciampi o incagli. Prima di Natale la nostra organizzazione aveva manifestato soddisfazione per la deliberazione della Giunta regionale che riconosceva alcune aree di Vittoria come Zona economica speciale.

Il successo del riconoscimento della Zes (ottenuto anche grazie al sostegno di alcuni parlamentari regionali: on. Nello Dipasquale e on. Stefania Campo) va accompagnato da altre misure a supporto della nostra economia. Il Piano di sviluppo rurale (Psr) ci   dice che il territorio di Vittoria è un’area rurale ad agricoltura intensiva, cioè una  macro area B.

Accolte le giuste indicazioni della Cna comunale di Vittoria sulle zone blu. Con il ritorno dei parcheggi a pagamento, potrebbero riemergere i problemi per le numerose attività artigianali che operano nel comparto delle costruzioni (imprese edili, imbianchini, carpentieri, elettricisti, idraulici, serramentisti) e nel settore della piccola logistica (traslochi).